Bonus Pubblicità 2020, scadenza domande il 30 settembre

Bonus Pubblicità 2020, scadenza domande il 30 settembre

Scade il 30 settembre 2020 il termine di presentazione del Bonus Pubblicità 2020, “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta” per gli investimenti pubblicitari su quotidiani cartacei o online, radio locali e nazionali, emittenti televisive nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.


La domanda è riservata a imprese, lavoratori autonomi, professionisti ed enti non commerciali che hanno sostenuto un investimento pubblicitario nel corso del 2020. Il bonus è stato istituto nel 2018 ma è stato rafforzato dal Decreto Rilancio (decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34) che ha previsto, per il solo anno 2020, che il credito d’imposta sia concesso nella misura unica del 50% del valore degli investimenti effettuati, sempre nel rispetto dei limiti dei regolamenti dell’Unione europea in materia di aiuti “de minimis”.

Per le spese pubblicitarie effettuate nel 2020, inoltre, è venuto a meno il presupposto dell’incremento minimo dell’1% dell’investimento rispetto a quello dell’anno precedente, requisito per l’accesso all’agevolazione.

Diversamente da quanto comunicato in precedenza, è stata prevista una nuova finestra temporale per l’invio delle comunicazioni per l’accesso al credito d’imposta, dal 1° al 30 settembre 2020. Restano comunque valide le comunicazioni presentate nel mese di marzo 2020. Per le comunicazioni trasmesse nel periodo compreso tra il 1° e il 31 marzo di quest’anno il relativo credito d’imposta richiesto, determinato con i criteri di calcolo allora previsti, sarà rideterminato con i nuovi criteri. L’importo del credito d’imposta ricalcolato sarà disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate. Fino al 30 settembre è comunque possibile presentare una nuova comunicazione per sostituire quella presentata nel marzo 2020.

Grazie al Decreto Agosto (n.104/2020), le risorse per il Bonus Pubblicità sono aumentate. Infatti, ai 60 milioni di euro previsti dal Decreto Rilancio sono stati aggiunti 85 milioni di euro, di cui 50 milioni di euro riservati agli investimenti pubblicitari su quotidiani e periodici cartacei online; e 35 milioni di euro a sostegno degli investimenti pubblicitari effettuati su emittenti televisive e radiofoniche a livello locale o nazionale, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.

Per presentare la domanda occorre accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate tramite SPID, Carta Nazionale dei Servizi oppure utilizzando le credenziali Entratel o Fisconline.

Per usufruire del Bonus, occorrerà prima fare la richiesta di prenotazione che è possibile inoltrare fino al 30 settembre di quest’anno direttamente sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l’informazione e l’editoria. La comunicazione ufficiale sarà inoltrata automaticamente compilando il form fornito.

Dal 1° gennaio 2021 al 31 gennaio 2021 si dovrà invece inviare la dichiarazione finale attestante l’importo complessivo dell’investimento, quindi tutte le spese e le fatture opportunamente contabilizzate. Queste dovranno essere inoltrate mediante Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati al Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri che provvederà a stilare un elenco dei beneficiari del credito di imposta (da utilizzare solo in compensazione sul modello F24)

bonus pubblicità 2020 bonus pubblicità 2020

PressComm Tech: i Leader italiani nella pubblicità online